IGIENE ORALE PROFESSIONALE

Igiene orale professionale

L’igiene orale consiste nella pulizia di tutte le superfici della cavità orale, sia essa effettuata quotidianamente da ognuno di noi (igiene orale domiciliare),sia questa eseguita in studio da un professionista (igiene orale professionale). Queste procedure hanno lo scopo di promuovere la salute orale, la quale è sostenuta da comportamenti adeguati, come controllare la placca regolarmente ed adottare una dieta sana. Raccomandiamo ai nostri pazienti di effettuare l’igiene orale professionale una volta ogni sei mesi, questo per promuovere una buona salute orale ma anche per attuare un ottimo piano di prevenzione delle diverse patologie dentali. Infatti, una volta l’anno, la seduta di igiene professionale viene nel nostro studio usata per effettuare due radiografie intraorali (bitewings), oppure orto panoramiche, che ci permettono di vedere se ci sono delle carie o altre anomalie a carico degli elementi dentari. Inoltre, ad ogni seduta di igiene orale viene controllata la congruenza del bite notturno, in quei pazienti che ne fanno utilizzo. Infine, ad ogni seduta di igiene viene eseguito lo screening di tutta la cavità orale per monitorare i tessuti molli e duri ed, eventualmente, diagnosticare precocemente lesioni o disordini potenzialmente maligni.

ig.orale3 ig.orale ig.orale2

L’ablazione del tartaro o detartrasi consta di quelle procedure messe in atto dall’odontoiatra o dall’igienista dentale, con le quali si effettua la rimozione dei depositi di tartaro e di placca accumulatisi nel tempo a seguito di una non corretta o insufficiente igiene orale domiciliare. Va aggiunto che, quasi sempre, la normale igiene orale domiciliare non consente un’accurata pulizia di tutte le superfici dentali, infatti gli spazi interdentali e gran parte delle superfici dei denti posteriori sono soggetti ad accumuli di placca e tartaro maggiori.Lo scopo del trattamento è quello di rimuovere gli agenti eziologici che provocano infiammazione dei tessuti paradontali, come anche la carie dentale. L’operazione viene praticata sulla porzione dei denti visibile, ma anche sulle superfici fisiologicamente coperte dalla gengiva.

L’igiene orale professionale viene effettuata attraverso l’utilizzo di strumentario ultrasonico (ablatore ad ultrasuoni) e di strumenti manuali (scalers e curettes). La fase terminale di una seduta di igiene orale professionale è caratterizzata dalla rimozione meccanica delle pigmentazioni estrinseche avvalendosi di strumenti rotanti e paste lucidanti (polishing), oppure per le macchie più ostinate con uno strumento che spruzza acqua e bicarbonato (airflow). Alla fine della seduta viene dedicato del tempo ai consigli e alle istruzioni per una corretta igiene orale, illustrando al paziente le giuste tecniche di spazzolamento ed il corretto utilizzo dei presidi ausiliari l’igiene domiciliare.

Normalmente, per i pazienti con una perfetta salute del cavo orale, le sedute di igiene professionale vengono effettuate ogni 6 mesi, tuttavia la frequenza delle stesse è stabilita sul singolo paziente. Infatti, a seconda della disposizione dei denti, del livello qualitativo e quantitativo dell’igiene domiciliare, dallo stato di salute delle gengive e dei fattori predisponenti l’insorgenza del tartaro, la frequenza dei richiami per l’igiene orale professionale varia da individuo ad individuo.

Nel nostro studio abbiamo un sistema di recall che consiste nell’avvisare personalmente il paziente allo scadere del tempo stabilito tra una seduta di igiene e l’altra.

Presidi che vengono utilizzati dal paziente durante l’igiene orale domiciliare:

  • Spazzolino da denti
  • Dentifricio
  • Filo interdentale
  • Scovolini
  • Collutorio
  • Netta lingua

 Lo spazzolino da denti

È lo strumento più importante nell’igiene orale domiciliare. È consigliato lavare i denti 3 volte al giorno, dopo ogni pasto. Le setole dello spazzolino devono avere una durezza medio-morbida, preferibile utilizzare lo spazzolino elettrico a quello manuale. La testina dello spazzolino non deve essere troppo ingombrante in maniera tale da poter raggiungere tutte le superfici, lunga 3 cm negli adulti e 1,5 cm per i bambini e le setole devono essere arrotondate in punta e fatte di nylon. È preferibile cambiare lo spazzolino da denti o la testina dello spazzolino elettrico 1 volta ogni 2 mesi, o comunque quando le setole non sono più dritte e le punte non più arrotondate. È importante seguire una tecnica di spazzolamento efficace, facendo fare allo spazzolino dei movimenti verticali di rimozione della placca dal bordo rosa della gengiva alla superficie bianca del dente.

 Il dentifricio

Grazie alla sua caratteristica detergente, il dentifricio aiuta a rimuovere la placca dalla superficie dei denti, anche se il lavoro vero e proprio viene svolto dall’azione meccanica dello spazzolino. La scelta del dentifricio è sicuramente meno scrupolosa di quella dello spazzolino, tuttavia si consiglia l’utilizzo di dentifrici con all’interno sali di fluoro per remineralizzare lo smalto dentale. Sconsigliato è invece l’utilizzo di paste dentifrice sbiancanti in quanto al loro interno contengono sostanze abrasive che potrebbero rovinare il colletto dei denti.

 Filo interdentale

Il filo interdentale è un presidio utilissimo al mantenimento di una corretta igiene orale. Ne esistono di molti tipi anche se il più utilizzato, ed anche il più efficace, è quello cerato. Altri tipi di filo interdentale sono quello non cerato e a nastro spugnoso. Questo strumento permette di rimuovere i residui di cibo e placca negli spazi interdentali, laddove lo spazzolino da denti non riesce ad arrivare.

 Scovolini

Anch’essi sono dei presidi molto validi, coadiuvanti l’igiene orale domiciliare. Consistono di un manico per facilitarne l’utilizzo e da un’anima di metallo dalla quale si dipartono setole a raggiera. Vengono utilizzati negli spazi interdentali al posto del filo interdentale, oppure in aggiunta ad esso, e sono anche molto indicati per il mantenimento della pulizia di manufatti protesici come corone, ponti o impianti dentali. 

Igiene orale domiciliare

L’igiene orale domiciliare prevede l’utilizzazione dei seguenti presidi:

  • spazzolini da denti
  • dentifrici
  • Filo interdentale
  • Colluttori
  • Netta lingua

Lo spazzolino da denti

Lo spazzolino è lo strumento più importante nell’igiene orale.
Gli spazzolini migliori sono quelli che si usano!

Consigliamo lo spazzolino elettrico ai bambini piccoli perché possono essere uno stimolo a lavarsi i denti, alcuni hanno anche dei timer per insegnare i tempi x una buona igiene (2 minuti) , per gli adulti sono efficaci perché eliminano meglio le macchie da fumo, tè, caffè … e per le persone anziane a volte sono più pratici.

Gli spazzolini manuali deve avere setole in nylon, con una durezza media e la testina non deve essere troppo ingombrante in maniera tale da poter raggiungere tutte le superfici (3cm per gli adulti , 1,5 cm per i bambini). Va sostituito spesso, quando le setole sono rovinate.
La tecnica di spazzolamento è estremamente importante per l’efficacia.
spaz1spaz2spaz3spaz4spaz5spaz6

Collutori

All’uso dello spazzolino manuale od elettrico e del filo interdentale si può associare l’uso di colluttori.

Il colluttorio non sostituisce lo spazzolamento dei denti perché l’azione meccanica è notevolmente più efficace.

La sensazione di bocca fresca che dà il collutorio è piacevole, ma non deve trarre in inganno. Per una pulizia reale bisogna strofinare le superfici dentarie.
I colluttori possono avere varie formulazioni e di conseguenza diverse indicazioni: esistono colluttori ad attività antimicrobica, ad azione antinfiammatoria, astringente, antiacida.
I colluttori più usati sono quelli antimicrobici e quelli ai sali di fluoro.

 Netta lingua

Sono strumenti utilizzati per la pulizia della lingua. L’igiene orale prevede infatti anche la pulizia del dorso della lingua, soprattutto in quei pazienti che soffrono di alitosi. Infatti, in diversi casi l’alito cattivo è provocato da batteri che risiedono nella nostra cavità orale e la lingua può essere una delle sedi dove questi batteri si annidano. Utilizzando il netta lingua, un vero e proprio raschietto ideato appositamente per rimuovere i batteri dal dorso della lingua, si migliora il livello di igiene orale, la carica batterica del cavo orale e di conseguenza anche episodi di alitosi.